come-aprire-un-centro-estetico

Come aprire un centro estetico

In una società incatenata da ritmi frenetici, alienazione e un inesauribile stress, che caratterizza le nostre giornate sin dalla giovinezza, senza dare tregua a nessuno in una continua corsa verso il miglioramento delle proprie condizioni, imprenditori e imprenditrici di tutto il mondo hanno trovato il terreno fertile per inserirsi nel mercato con proposte indispensabili al pubblico come aprire un centro estetico.

I centri estetici sono oasi poste nel territorio urbano o appena fuori da un centro abitato in cui trascorrere momenti piacevoli, affidandosi a uno staff esperto e specializzato nel prendersi cura tanto del corpo quanto dell’anima del cliente. Chi si reca ad un centro estetico o prende informazioni su di esso, infatti, ha molte aspettative sulla sua esperienza. In primis ha bisogno o desidera che qualcuno  risolva una problematica che lo affligge e di cui  non ha tempo, modo o competenze necessarie per occuparsi da solo, in autonomia.

Ma non è solo una fonte più o meno visibile di disagio a spingere una persona a rivolgersi a un centro estetico, per quanto non sia raro che persone di ogni età chiedano aiuto per risolvere i piccoli grandi difetti o imperfezioni che li affliggono, che si tratti di forfora o peli superflui, discromie della pelle, contratture e leggeri dolori muscolari o articolari, acne, capelli intrattabili e generalmente qualsiasi manifestazione dello stress che contamina i nostri corpi o provoca fastidi insistenti, non così gravi da consultare un medico, improponibile per costi o tempi di attesa, ma comunque meritevoli dell’attenzione di uno specialista del settore, che saprà valutare la situazione e consigliare l’opzione migliore tra i trattamenti da effettuare per migliorare le condizioni di quel momento.

Oltre a queste circostanze, in cui ci si ritrova a necessitare dell’aiuto concreto per un problema definito, alle volte anche molto evidente, spesso a spingerci a cercare un centro estetico nella zona in cui viviamo o lavoriamo è soprattutto la voglia di farsi coccolare, di rallentare le nostre giornate, concedendoci qualche ora di relax, puro abbandono alle attenzioni di uno staff specializzato nel benessere, che ci intratterrà con massaggi di ogni tipo, idromassaggi, bagno turco, manicure, pedicure, sauna, piscina e qualsiasi altro trattamento desiderabile, in un’atmosfera calda, accogliente e riposante, che assomiglia più ai sogni che a ciò a cui siamo abituati. Questo fa delle iniziative imprenditoriali come aprire un centro estetico un investimento sicuramente complesso e articolato ma sicuramente valido, solido e redditizio.

 

I passi necessari e i consigli su come aprire un centro estetico di successo e di qualità

La prima operazione è sicuramente cercare una location adatta. Requisiti ideali sono la posizione, preferibile in centro città, magari vicino a un capiente parcheggio o una stazione o fermata dei mezzi pubblici, in modo che essa sia raggiungibile da tutta l’area urbana e non solo, con il mezzo di locomozione che si preferisce, e possa quindi attirare realmente clientela da una zona molto ampia. Tuttavia deve trattarsi anche di una struttura che non risenta delle controindicazioni tipiche delle aree più trafficate, soprattutto per ciò  che concerne l’inquinamento acustico e atmosferico.

Nel caso in cui la posizione privilegiata di un locale sacrifichi  matematicamente la qualità dell’aria o la quiete necessaria a costruire il clima ottimale per i clienti, sarà necessario includere nel progetto lavori di ristrutturazione indispensabili per l’insonorizzazione e un impianto di ventilazione che depuri l’aria. Le dimensioni non vanno sottovalutate, nel momento in cui si pianifica e si riflette su come aprire un centro estetico, soprattutto per quanto riguarda la diversificazione dei trattamenti da eseguire, la privacy e i macchinari. Infatti, un numero maggiore di offerte in termini di trattamenti estetici deve necessariamente corrispondere a una metratura molto ampia e possibilmente a una moltitudine di ambienti divisibili con pareti, ove possibile e strutturati in modo diverso in base alla loro funzione. I centri estetici utilizzano anche dispositivi e macchinari dalle dimensioni importanti, per cui un’attenta pianificazione in fase progettuale è determinante per la scelta dell’ambiente giusto, senza dimenticare i bisogni e le esigenze del cliente, che avrà bisogno di privacy e riservatezza per godere appieno della sua esperienza.

Parallelamente alla ricerca della zona e dell’immobile perfetto o che si può rendere ottimale con il minimo intervento strutturale possibile, deve procedere la selezione del personale, particolarmente importante per attività imprenditoriali basate sul contatto e sulle relazioni umane. Se si è alle prime armi, se non del tutto esterni al settore lavorativo del benessere è cruciale affidare la selezione del personale e la composizione dell’offerta a un direttore o direttrice con una lunga esperienza sul campo, che sia competente e profondamente attento, informato sulla qualità e sulle caratteristiche indispensabili in un operatore, sia dal punto di vista professionale che da quello puramente umano, sulla validità delle principali metodologie di formazione (corsi, diplomi, stage e workshop) che trasmettano ai potenziali dipendenti i valori e le tecniche da utilizzare per offrire ai futuri clienti il meglio sul mercato.

In caso contrario si saprà già come procedere nei colloqui necessari e nella valutazione dei curriculum vitae degli operatori, che a prescindere dalle loro specialità, ovvero che vengano assunti per massaggi decontratturanti, reception, trattamenti ai capelli, manicure, pulizia del viso o epilazione, devono sicuramente mostrare un atteggiamento positivo, rilassato e rilassante, efficace ma privo di tensione, empatico e gentile, in modo da costruire istantaneamente con il cliente un rapporto di fiducia, collaborazione e complicità, positivo e fruttuoso per l’azienda.

Infine, come aprire un centro estetico senza acquistare dispositivi e macchinari all’avanguardia? L’offerta degli impianti, degli apparecchi elettromedicali e degli strumenti dedicati al benessere della persona è sempre più ampia e ci costringe a uno studio ragionato di costi e benefici che tenga conto anche del valore del marchio scelto, della sua affidabilità e del suo sostegno e assistenza post vendita, fondamentali per mantenere il controllo in sicurezza dell’apparecchio e garantire ai clienti non solo efficacia e benefici visibili ma anche la totale assenza di rischi o effetti collaterali indesiderati.